Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 
Biblioteca
Ciclo dei mesi_settembre_Dama e falconiere_Buonconsiglio

 

In questa sezione sono, per il momento, raccolti documenti vari, a diposizione della struttura, non catalogati in sezioni tematiche o per applicazioni.
E', come si suol dire, un sito in costruzione.
L'intenzione è comunque quella di racogliere progressivamente e mettere a diposizione dei lettori una serie di testi e di sussidi - o segnalarne l'esistenza - che interessa il composito mondo delle risorse energetiche e delle attività umane che dalle stesse dipendono.
Questo sia perchè le competenze dell'Agenzia provinciale per l'energia ruotano attorno a tali tematiche ma anche perchè le vicende storiche della nostra terra sono spesso intrecciate, ad esempio, con la risorsa "acqua" che, prima come forza motrice, poi come generatrice di energia elettrica, è stata ed è senz'altro la risorsa naturale più importante per lo sviluppo delle attività economiche e per la stessa identità paesaggistica del Trentino. E tale risorsa, fuori controllo, ha dato origine alle peggiori tragedie storiche delle nostre comunità.

 
Biblioteca
Pagine di storia
  • Miniatura libro Energia nel Trentino. Il lungo cammino dell'autonomia.


    Nel 1983, per i tipi della Tipolitografia TEMI di Trento, veniva dato alle stampe da parte della Provincia Autonoma di Trento un prezioso volumetto, curato da tre giornalisti, Luciano Azzolini, Roberto Colletti e Mauro Lando. Argomento, già esplicito nel titolo, un ampio "flash-back" su quella che è stata la storia energetica del Trentino dalla prima centrale realizzata a Trento nel 1890 alla nazionalizzazione del 1962 ed ora alle potestà della Provincia Autonoma.

     
  • Fronte_Relaz_Menna Energia fuori controllo


    Uno degli eventi più catrastofici e dolorosi che ha colpito il Trentino nel secolo scorso è rappresentato senz'altro dalla grande alluvione del novembre 1966.
    A 30 anni dall'evento, l'ing. Giuliano Castelli, già Dirigente generale del Dipartimento al territorio, ambiente e foreste,  raccoglieva in un opuscolo la relazione tenuta dall'ing. Federico Menna, Ingegnere capo del Genio civile di Trento, al convegno organizzato in Trento dalla Provincia Autonoma.

     
  • Fronte cofanetto E. Olmi - GLI ANNI EDISON


    Feltrinelli, nella collana Real Cinema, pubblica il cofanetto “Ermanno Olmi. GLI ANNI EDISON. Documentari e cortometraggi 1954-1958“, 1 DVD accompagnato da un libro "I volti e le mani" a cura di Benedetta Tobagi.
    Contiene il documentario La pattuglia del Passo San Giacomo, primo premio nella categoria "I problemi industriali della montagna" al Festival di Trento del 1954.

     
  • Icona_Frontespizio libro Il governo dell'energia tra Stato e Regioni


    Nel 2009, per i tipi della Litotipografia Alcione S.r.l. di Lavis, veniva dato alle stampe da parte dell'Università degli studi di Trento-Dipartimento di scienze giuridiche un Quaderno del Dipartimento stesso, curato da Damiano Florenzano e Sandro Manica. Argomento, già esplicito nel titolo, una ampia ricerca sul ruolo dello Stato e delle Regioni nella regolamentazione del settore energetico dagli anni '90 in poi.

     
  • Icona_Frontespizio libro Acquaenergia. Storia e catalogazione delle centrali idroelettriche del Trentino

    Nel 2008 (9 maggio-15 giugno 2008), la Provincia autonoma di Trento, su ideazione e organizzazione di EsaExpomostre, allestiva a Trento una mostra che ripercorreva l'epopea trentina della costruzione delle centrali idroelettriche. Il catalogo della Mostra diventa l'occasione per approfondire un periodo storico, le vicende di una comunità e del suo sviluppo, gli uomini che ne sono stati i protagonisti.

     
  • Icona_Frontespizio libro Dentro le montagne

    Mattia Pelli ricostruisce in queso libro edito nel 2004 dal Museo Storico in Trento, la vicenda umana dei lavoratori giunti da tutte le parti d'Italia per lavorare alla costruzione delle centrali. Attraverso la testimonianza di un sindacalista - Rino Battisti - che dedicò parte della sua attività alla organizzazione dei lavoratori dei cantieri idroelettrici delle Giudicarie e, grazie alla documentazione di archivio, descrive il duro faticare di operai e minatori. Una storia, al tempo stesso, drammatica ed eroica, vissuta a continuo contatto con la morte; un' esistenza dura, spesa tra il rumore delle perforatrici, le pericolose esplosioni delle mine e le baracche fatiscenti, in condi­zioni di vita e lavoro al limite del sopportabile

     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy