Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 

FAQ: obbligo fonti rinnovabili

chiarimenti per l'adempimento degli obblighi di copertura da fonte rinnovabile, di cui al d.lgs. 28/2011

In mancanza di una specifica disciplina provinciale in merito agli obblighi di copertura da fonte rinnovabile del fabbisogno energetico degli edifici, sembra ragionevole assumere che, in sede di verifica degli adempimenti di cui all'Allegato 3 al decreto legislativo 28/2011, possa essere fatto riferimento per esteso alle disposizioni nazionali in materia.
Nel dettaglio, ci˛ comporta che per il calcolo della quota da rinnovabile (punto 1 dell'Allegato) debba essere preso a riferimento il comune di reale ubicazione dell'edificio, adottando i fattori di conversione in energia primaria delle fonti rinnovabili stabiliti a livello statale. Per le eventuali verifiche di riduzione dell'indice EPi (punto 8 dell'Allegato), dovrÓ coerentemente essere fatto riferimento al corrispondente valore limite stabilito dal d.lgs. 192/2005.

Resta fermo l'obbligo di verifica della prestazione energetica globale dell'edificio (indice EPgl), coerentemente alle disposizioni stabilite dal Regolamento provinciale di cui al d.P.P. 13 luglio 2009, n. 11- 13/Leg. In particolare, per il calcolo dell'indice EPgl e la definizione della classe energetica conseguente, dovrÓ essere adottato il fattore di conversione della biomassa stabilito dall'Allegato A al Regolamento (quota rinnovabile = 20%, quota non rinnovabile = 80%).


Per tutte le altre FAQ visita la sezione dedicata del sito.

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy