Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge 63/2013

Recepimento della direttiva europea 2010/31/UE e altre disposizioni

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 130 dello scorso 5 giugno il decreto legge n. 63 per il recepimento della direttiva europea 2010/31/UE.

Prestazione e certificazione energetica
Con il decreto legge viene aggiornato il decreto legislativo 192/2005, in materia di prestazione e di certificazione energetica degli edifici. Tra le principali novità, rientra la revisione delle metodologie di calcolo e dell'applicazione dei requisiti minimi di efficienza degli edifici, che dovranno tenere conto del raggiungimento di livelli ottimali in funzione dei costi, come disposto dalla direttiva europea. Fino all'entrata in vigore dei decreti attuativi volti a definire le nuove metodologie di calcolo, continuano ad applicarsi le disposizioni previste dal d.P.R. 59/2009.
Viene introdotto l'obbligo, per le nuove costruzioni, della realizzazione di edifici ad energia quasi zero, a partire dal 31 dicembre 2018 per gli edifici pubblici e dal primo gennaio 2021 gli edifici privati.

Per quanto riguarda le disposizioni in materia di certificazione energetica, non perdono comunque efficacia le disposizioni provinciali stabilite con il d.P.P. 11-13/2009 e con le successive deliberazioni attuative della Giunta provinciale. Per quanto non espressamente disciplinato dalla Provincia si applicano le disposizioni nazionali; in particolare, tra le novità introdotte, si segnalano:
- l'obbligo di rilascio dell'attestato anche in caso di locazione di edifici/unità immobiliari, al pari di quanto già avviene per le compravendite (nuovo art. 6 d.lgs. 192/2005)
- il rilascio dell'attestato in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell'art. 47 del d.P.R. 445/2000 (nuovo art. 6 d.lgs. 192/2005)
- l'introduzione di una sanzione amministrativa compresa tra 500 e 3000 euro per la mancata indicazione dell'indice di prestazione energetica nell'annuncio di vendita o locazione di edifici/unità immobiliari (nuovo art. 15 d.lgs. 192/2005).

Detrazioni fiscali
Le detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica sono riconosciute nella misura del 65% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2013, con l'esclusione delle spese sostenute per gli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia nonché delle spese sostenute per la sostituzione di scaldaacqua tradizionali con scaldaacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. La detrazione è prorogata fino al 30 giugno 2014 per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.
Sono altresì prorogate al 31 dicembre 2013 le detrazioni al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Installatori impianti fonti rinnovabili
L'art. 17 ha introdotto le modificazioni all'art. 15 del D.Lgs. 28/2011 estendendo la qualifica professionale per l'attività di installatore e manutentore straordinario di impianti a fonti rinnovabili a tutti coloro che hanno i requisiti tecnico professionali di cui alle lett. a), b), c) o d) dell'art. 4 comma 1 del D.M. 37/2008, e dilazionando al 31 ottobre 2013 l'obbligo, per le province e le regioni, di attivare un programma di formazione o procedere al riconoscimento di fornitori di formazione, consentendo altresì il riconoscimento di crediti formativi basati sulla prestazione lavorativa e la collaborazione tecnica continuativa.

Come tutti i decreti legge il d.l. 63/2013 entra immediatamente in vigore. Entro 60 giorni dovrà essere convertito in legge dal Parlamento.

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy