Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 

SANZIONI IMPIANTI TERMICI

introduzione del temperamento sanzionatorio

libretto di impianto

Il giorno 13 Novembre 2015 č stata approvata la D.G.P. n. 2002 recante "Disposizioni regolamentari di attuazione della legge provinciale 27 agosto 1982, n. 20 (Disposizioni per l'applicazione delle sanzioni amministrative) concernenti il temperamento del regime sanzionatorio in materia di monitoraggio e attivitą di controllo sugli impianti termici civili".

Ratio della delibera č garantire il corretto funzionamento di tutti gli impianti termici presenti nella provincia di Trento, disincentivando comportamenti ed omissioni che possano pregiudicarne la sicurezza. La delibera introduce il temperamento del regime sanzionatorio per 4 tipologie di sanzioni previste dall'art. 13 della L.P. 04 ottobre 2012 n. 20.

Le prime 3 sono in capo al responsabile dell'impianto:

  • mancanza del libretto di impianto per la climatizzazione (gią libretto di impianto o libretto di centrale), per la quale č previsto il pagamento di una somma non inferiore a 700 euro e non superiore a 5.000 euro;
  • omessa esecuzione delle manutenzioni o delle verifiche periodiche dell'impianto termico, per la quale č previsto il pagamento di una somma non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro;
  • mancato rispetto dei limiti di rendimento di combustione dell'impianto termico, per il quale č previsto il pagamento di una somma non inferiore a 1.000 euro e non superiore a 6.000 euro.

La quarta č in capo al manutentore che ha eseguito la manutenzione sull'impianto:

  • mancata compilazione e mancata sottoscrizione del rapporto di controllo tecnico conformemente ai modelli previsti dalle norme, per la quale č previsto il pagamento di una somma non inferiore a 1.000 euro e non superiore a 6.000 euro.

Ma cosa vuol dire TEMPERAMENTO SANZIONATORIO? In sostanza all'atto dell'accertamento dell'illecito amministrativo, vale a dire nel momento in cui APRIE rileva una della 4 anomalie sopra riportate, si da al trasgressore un congruo lasso di tempo per porre rimedio a quanto rilevato. Pertanto la sanzione viene irrogata solamente se, dalla data di accertamento, il tempo concesso per il ravvedimento decorre inutilmente senza che vi sia stato l'adeguamento e la conformazione dell'impianto termico alle norme violate.

Preme sottolineare che la delibera verrą pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino Alto Adige n.48 di data 1 dicembre 2015 ed entrerą in vigore il 16 dicembre 2015.

Si ricorda che le altre sanzioni previste dall'art. 13 della L.P. 04 ottobre 2012 n. 20 non beneficiano del temperamento sanzionatorio e che pertanto verranno irrogate immediatamente all'atto dell'accertamento dell'illecito amministrativo. Fa eccezione la sanzione prevista in capo al responsabile dell'impianto in caso di impossibilitą ad effettuare i controlli previsti, per il suo rifiuto o la non disponibilitą, poichč la Legge provinciale ha previsto in questo unico caso il procedimento di diffida del soggetto trasgressore

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy