Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 

Importanti novità per gli scarichi a parete

Modifica all'art. 5 comma 9 del D.P.R. 412/93


È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale (la n. 294 del 18/12/12) la Legge 17 dicembre 2012, n. 221, recante “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”.

Una delle novità previste dalla legge, già in vigore, riguarda la disciplina nazionale dell’evacuazione dei fumi negli edifici costituiti da più unità immobiliari, come i condomini. In particolare, la Legge 221 modifica l’art. 5 c. 9 del D.P.R. 412/93, introducendo importanti novità in merito alla possibilità di scaricare a parete con caldaie a gas a condensazione, nel rispetto delle distanze indicate dalla norma UNI 7129 per il posizionamento dei terminali di scarico.

Il nuovo articolo 5 comma 9 recita:

“9. Gli impianti termici siti negli edifici costituiti da più unità immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente, fatto salvo quanto previsto dal periodo seguente. Qualora si installino generatori di calore a gas a condensazione che, per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione, appartengano alla classe ad alta efficienza energetica, più efficiente e meno inquinante, prevista dalla pertinente norma tecnica di prodotto UNI EN 297 e/o UNI EN 483 e/o UNI EN 15502, il posizionamento dei terminali di tiraggio avviene in conformità alla vigente norma tecnica UNI 7129 e successive integrazioni.”

In sostanza, con la Legge 221/12 quando si installa un generatore di calore in un edificio esistente costituito da più unità immobiliari (es. condominio) si può, in alternativa:

a) scaricare i fumi mediante camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione con sbocco sopra il tetto dell'edificio (alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente);

b) scaricare a parete, posizionando i terminali nel rispetto delle distanze indicate dalla UNI 7129 e successive integrazioni, a patto di utilizzare generatori di calore a gas a CONDENSAZIONE ed ECOLOGICI, ovvero appartenenti alla classe meno inquinante (classe 5a di NOx), prevista dalla pertinente norma tecnica di prodotto UNI EN 297 e/o UNI EN 483 e/o UNI EN 15502.

In altre parole, l’obbligo generalizzato di scarico a tetto NON si applica nel caso in cui si utilizzino caldaie a gas a condensazione e basso NOx.

 
F.A.Q.
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy