Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia

 
 
 

Approvato il Progetto di Cooperazione Interregionale FINERPOL

la PAT accede a opportunità di finanziamento dei programmi comunitari per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici

logo interreg

La Provincia Autonoma di Trento ha ottenuto l’approvazione e il finanziamento dalla Commissione Europea di un progetto di cooperazione interregionale all'interno del programma comunitario INTERREG. Si tratta delprogetto "FINERPOL", gestito dall'Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l'Energia, in collaborazione con l'Unità di Missione per il Coordinamento nel Settore dell'Energia. L’affidamento da parte della Commissione europea premia l’impegno che l’amministrazione provinciale ha profuso negli ultimi anni, promuovendo il ricorso alle opportunità di finanziamento offerte dai programmi comunitari, e conferma il riconoscimento di cui godono le strutture provinciali chiamate ad attuare i progetti, con lo stimolo ed il supporto del Servizio Europa.

 
finerpol logo

Il progetto “FINERPOL” mira ad affrontare il problema delle risorse finanziarie per la riqualificazione energetica degli edifici, nello specifico quelli pubblici. Il progetto potrà contare su un budget totale di poco meno di due milioni di euro, di cui circa 210.000 per le attività della Provincia, cofinanziate perl'85% dal programma europeo e il restante 15% dallo stato. Il Progetto "FINERPOL"è iniziato ufficialmente con l'incontro di apertura tenutosi il 23 e 24 maggio in Spagna ed avrà una durata attesa di 48 mesi, divisa in due fasi.

Il Coordinatore del progetto sarà l'Agenzia per l'Energia della Regione dell'Estremadura, in Spagna, e gli altri partecipanti saranno: Extremadura Regional government (ES), Plymouth City council (UK), Western Macedonia Region (GR), City of Prague (CZ), Czech Technical University in Prague (CZ), Climate Protection and Energy Agency of Baden Württemberg (D) ed Inteli – Intelligence in innovation, Innovation Centre (PT).

Un recente studio di ENEA ha stimato in 12 milioni gli immobili abitativi esistenti in Italia, 2,6 milioni dei quali necessitano di riqualificazione, anche energetica, essendo in uno stato di pessima conservazione. Scendendo, poi, nel dettaglio della quota parte di immobili di proprietà delle pubbliche amministrazioni, emerge come la consistenza della stessa si aggiri sul milione di unità, corrispondente a 420 milioni di mq. Ciò evidenzia la concreta rilevanza che può assumere un deciso intervento di riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico, declinato, in particolare, in funzione di un miglioramento della prestazione energetica, ed il ruolo fondamentale che gli enti locali possono assumere, diventando motore di una crescita orientata alla salvaguardia dell’ambiente.

L'obiettivo generale del progetto è quello di promuovere nelle aree dei partner nuove politiche, o il miglioramento delle politiche esistenti, finalizzate alla creazione di nuovi strumenti di finanziamento, in particolare strumenti finanziari supportati da fondi FESR e integrati con iniziative di finanziamento comunitarie, come il Piano Junker, gli strumenti della Banca Europea d'Investimento, o anche da partnership pubblico-privato. Nello specifico, il progetto mira ad analizzare le buone pratiche europee in merito a strumenti finanziari per le politiche di riqualificazione energetica di immobili pubblici. Infatti, lo scambio di esperienze è il fattore chiave nel processo di apprendimento di FINERPOL, l'intenso lavoro di identificazione e condivisione delle migliori pratiche attraverso la cooperazione permanente tra i partner e anche tra portatori di interessi locali è finalizzato a produrre 8 Piani d'azione in grado di migliorare le politiche individuate durante il progetto o proporre nuove politiche capaci di combinare i fondi di sviluppo regionali con strumenti di ingegneria finanziaria.

The project is implemented through the INTERREG Programme co-financed by ERDF.

 

 
Visita la sezione dedicata del sito
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy